sfondo
 
ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA - ANCONA
 
news - Dettaglio News
Corsi di Team Building in barca a vela
big_26_01_2010_Team_Building.jpg
L’ASD Nonsolovela propone alle Aziende ed ai Consulenti Aziendali:

Corsi di Team Building in barca a vela

Cos’è il Team Building.
Il team building, letteralmente “costruzione del gruppo”, è costituito da un insieme di attività formative, team games, team experience, team benessere (ludiche, esperienziali o di benessere), il cui scopo è la formazione di un gruppo di persone. Utilizzata con successo in America sui bambini, è oggi sempre più spesso applicata a realtà aziendali con lo scopo di ottenere il massimo in termini di performance dai propri dipendenti. Il team building può avere una valenza formativa, se associato ad una analisi dettagliata dei bisogni, a fasi strutturate di bebrief o semplicemente può avere una valenza ludica, qualora l’obiettivo sia quello di fare divertire il gruppo e dare la sensazione di appartenere ad un team. L’attività stimola le aziende a riflettere sull’importanza di lavorare in contesti relazionali piacevoli.

Suo utilizzo.
Molte aziende sfruttano le potenzialità date da questa attività quando si trovano di fronte ad un gruppo costituito da poco o quando il gruppo è in crisi o ancora quando è sotto stress o semplicemente non performa come ci si attende. Il team building ha quindi preso in prestito e rielaborato alcune attività ludiche, teatrali, sportive, musicali e così via, divenendo sempre più un contenitore flessibile ed articolato. Rimane la necessità di saper distinguere il team building “formativo” e costruttivo da quello prevalentemente “ludico”. Nel primo caso il fine è la consapevolezza nei partecipanti dell’avvenuto cambiamento, nel secondo caso il fine è l’esperienza in se.
A livello internazionale il termine team building indica specifiche metodologie nate e sviluppate per lavorare sui gruppi. Il team building in Italia sta crescendo di popolarità ma ad oggi è frammentato in più modalità operative, come i tram games, team experience, le cui attività talvolta sono puramente benessere. Lo scopo è quello di creare il gruppo attraverso la soddisfazione e piacere dei singoli, il contatto, la comunicazione, l’empatia.

Obiettivi di un intervento di Team Building.
Classici esempi possono essere quello di far conoscere in modo più profondo persone che in ufficio si conoscono solo in modo superficiale, aumentare la fiducia nei propri colleghi, migliorare il livello di collaborazione, stimolare la creatività, favorire la comunicazione.
Il fine ultimo dev’essere sempre quello di far sentire il gruppo una vera squadra. Poiché un intervento una tantum è fine a se stesso; per poter avere dei ritorni positivi in termini di performance, sono necessari più interventi annuali in successivi incontri.

Il Team Building in barca a vela.

“se volete che le persone vedano le cose in un’altra maniera, mettetele in un ambiente dove non sono mai state” (E.Hemingway).

Finalità.
Obiettivo primario del team building è in questo caso la valorizzazione della carica emotiva vista come catalizzatore del progresso personale e aziendale. Le competenze indispensabili per raggiungere l’obiettivo sono in possesso di più persone: la motivazione del soggetto al lavoro passa attraverso l’identificazione con esso e con il gruppo di appartenenza. Pertanto le finalità dell’attività di team building possono essere suddivise in due macro-obiettivi:
- favorire e sviluppare un clima relazionale fondato sulla fiducia, la valorizzazione delle differenze e delle specificità, la reciprocità.
- Sviluppare e potenziare un sistema di competenze personali ed organizzative adatte a costruire gruppi di lavoro orientati al compito.

Metodologia.
Per sostenere le persone ad affrontare nuove difficoltà dell’impresa, è utile metterle in situazioni nelle quali possano trovare in se stesse le capacità relazionali, sociali, creative, indispensabili per gestire una novità. L’utilizzo di attività metaforiche ed analogiche permette uno spostamento dalla routine, a volte necessario all’apprendimento ed al cambiamento. La metodologia utilizzata sarà quella induttiva: si collocherà la persona al centro dell’azione formativa; le esperienze dell’individuo e del gruppo saranno al centro dell’attenzione; la concentrazione sul qui ed ora, sull’osservazione e sulla valutazione dei fatti saranno le leve per stimolare la fiducia reciproca e l’accettazione dell’altro.

Obiettivo.
L’attività ha lo scopo primario di migliorare alcuni di questi comportamenti e abilità:
- valorizzazione dei ruoli e dell’organizzazione.
- Creazione, gestione e sviluppo del team ed in generale delle risorse umane (leadership, motivazione e cooperazione)
- Pianificazione.
- Capacità relazionali e comunicazione.
- Sicurezza.


“Non puoi attraversare il mare semplicemente stando fermo e fissando le onde”
(Rabindranath Tagore)

Outdoor training .
In barca come in ufficio, è importante stabilire una chiare definizione dei ruoli, perché l’attività di tutti sia perfettamente coordinata. La vela è uno sport in cui leadership, comunicazione, motivazione, problem solving e decision making sono elementi indispensabili al raggiungimento degli obiettivi e dove il potenziale umano è continuamente stimolato.

Problem solving.
Strategia vincente, lavoro di gruppo, leadership sono tutti concetti del mondo dell’impresa, questi da sempre fanno parte della cultura di chi va per mare. Competitività e lavoro di squadra caratterizzano la vela, questo sport è l’ideale per stimolare la capacità d’interazione tra soggetti.
Il nostro progetto di formazione e la sperimentazione concreta sul campo, oltre a facilitare l’apprendimento dei contenuti proposti, garantisce una partecipazione attiva di tutti i soggetti coinvolti, ogni iniziativa viene pensata e progettata in modo da assicurare la massima efficacia ed il massimo gradimento dei partecipanti.

Proposte.
Il team building in barca a vela si deve tingere di emozioni forti. Navigazioni sotto costa e traversate, lettura delle carte nautiche, orienteering, controllo della cambusa e… affrontare la notte. Le uscite in barca si svolgeranno lungo tutto l’arco della giornata, comprese le ore notturne, per affrontare nel modo più completo le difficoltà che necessitano un approccio coeso e motivato del gruppo-
+ responsabilità
+ difficoltà
+ emozioni

Proposta n.1:
1° giorno: preparazione teorica (dalle 20 alle 23)
2° giorno: navigazione (dalle 16 alle 23)
3°-4° giorno: navigazione (partenza alle ore 14, ritorno alle ore 18 del giorno successivo, con pernottamento a bordo).

Proposta n.2:
1° giorno: preparazione teorica e navigazione (dalle 10 alle 19)
2° giorno: navigazione (dalle 8 alle 17)
3° giorno: navigazione (dalle 15 alle 24)

NB: l’attività prevede momenti di navigazione abbinati ad esercitazioni di team building.

Il Presidente dell’ASD Nonsolovela
Claudio Ferroni

Cell. 347.3816297
Email: ferroni_claudio@libero.it
news precedente news successiva
stampa l'articolo